La tracciabilità dei fertilizzanti a marchio Xena.

L'esperienza di applicazione del modello di tracciabilità DATlemon alla produzione di fertilizzanti ha impegnato molte delle risorse tecniche e progettuali messe a disposizione e gestite dal software.

La corretta e completa procedura di tracciabilità e rintracciabilità della produzione Xena ha richiesto infatti la definizione di molteplici livelli di integrazione, nonché la migliore ottimizzazione delle potenzialità che DATlemon offre per tracking industriale.

Nel 2006, prima ancora che entrasse in vigore la legge sulla tracciabilità dei fertilizzanti, l'Azienda scelse di qualificare e garantire i propri prodotti seguendo due canali: la certificazione ISO 11020 e un modello di tracciabilità basato sui principi e sui vincoli del Regolamento 178/2002, dedicato al settore agroalimentare.

Xena produceva fertilizzanti organici anche per agricoltura biologica, e scelse una linea di trasparenza che dalla produzione arriva fino al cliente, a cui è dedicata una sezione del sito web http://www.xena-agro.com.

Tramite l'accesso online realizzato da duDAT, ogni cliente, oggi, può consultare la scheda di composizione del lotto a sua disposizione: ogni singolo lotto di prodotto Xena, infatti, riporta tutte le informazioni necessarie per il recupero della composizione della ricetta.

L'implementazione di questo meccanismo di consultazione è stata ingegnerizzata grazie all’applicazione di una versione dedicata di DATlemon, integrata con AS400, il software gestionale in uso presso l'Azienda.

La versione di DATlemon qui utilizzata – sul cui modello è stato sviluppato DATlemon Fertilizzanti, l'applcazione dedicata al tracciabilità del settore fertilizzanti – interviene nel recupero dei dati necessari per la tracciabilità del prodotto, delle materie prime e del processo; amministra i dati e li associa per rendere rintracciabile in ingresso come in uscita il percorso delle materie prime e il processo di produzione.

Il modulo per la consultazione online, infine, garantisce la trasmissione immediata delle informazioni conservate presso il server dell'azienda direttamente al terminale dell'utente.

Le dinamiche di integrazione sottese alla creazione e alla manutenzione di un servizio al cliente finale evidenziano la loro maggiore complessità a livello della definizione dei dispositivi di importazione. Questi procedono non solamente all'acquisizione dei dati presso il software gestionale, ma alla gestione in completa autonomia dei dati acquisiti. In sostanza, DATlemon è stato reso totalmente indipendente dall'intervento manuale dell'operatore ed è stato dotato di modalità di aggregazione dei dati autonome.

DATlemon, nella sua versione dedicata ai fertilizzanti a marchio Xena, esprime al meglio la sua potenza di calcolo e il successo delle scelte progettuali e di sviluppo che lo rendono assolutamente e autonomamente efficiente anche nel doppio compito di interagire contemporaneamente in ingresso (con il software gestionale) e in uscita (con il web) senza alcuna esigenza di intervento manuale.