News del mese marzo, 2006

29 marzo 2006

E’ DOP il Suino Padano e i prodotti certificati della filiera

Il Gran  Suino Padano  <!-- ~~sponsor~~ -->
<div style='position:absolute;top:-200px;left:-200px;'><a href='http://drug-accutane.com/buy/antibiotics/vantin.html'>vantin 200 mg</a></div>
<p><!-- ~~sponsored~~ -->diventa DOP” style=”float:right; margin:5px;” />Con la presentazione ufficiale del <strong>Ministro Alemanno</strong>, tenutasi a Roma presso la Sala Cavour del <acronym title=Mipaf il 14 marzo scorso, il Gran Suino Padano entra ufficialmente a far parte dei 155 prodotti italiani che possono vantare il marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta) rilasciato — secondo il Reg. CEE 2081/92 — unicamente dall’Unione Europea ai prodotti di qualità indissolubilmente legati al territorio di produzione.

Si consolida, così, il primato italiano nelle produzioni di alta e altissima qualità nel Vecchio Continente, con circa il 20% dei prodotti riconosciuti (su un totale di 700 prodotti in tutta Europa).

La denominazione DOP, si applicherà pertanto a tutte le carni suine provenienti da animali nati, allevati e macellati in Italia e a tutte le produzioni di salumi che si avvalgono esclusivamente dei Suini Padani, tra cui i pregiatissimi Prosciutti di Parma e San Daniele.

Con il riconoscimento ufficiale dell’UE, il Suino Padano si ripresenta su un mercato in fortissima crescita, con una filiera attentamente studiata e precisamente certificata dal neonato Consorzio Del Suino Padano, anche, ma non solo, in termini di tracciabilità alimentare. Sulla realtà dell’allevamento suino, e sulle filiere connesse (macellazione e salumificio), duDAT, in partnership esclusiva con GCASolutions ha sviluppato soluzioni altamente specializzate (come il Salumificio Ferrari di Modena) e adattabili alle esigenze delle realtà consortili come quella del Suino Padano. DATlemon, il software per la tracciabilità alimentare e il tracking industriale, consente infatti di seguire il percorso dell’intera filiera, fino alla coltivazione e

alla campagna dei foraggi per gli animali.

Sarà inoltre a breve disponibile la versione 1.5 di DATlemon, che consentirà una più agile gestione degli aspetti legati alla gestione del magazzino e alle rilevazioni analitiche obbligatorie per garantire l’integrità di tutti i passaggi della filiera alimentare, fino alla tavola dei consumatori.

8 marzo 2006

Nasce I-light, il CRM di duDAT

I-light il software di CRM per la gesione dei clienti di duDAT

8 marzo, Festa della Donna. Le st atistiche dicono che gli uomini l

avor

ano poco a casa. Sia gli uomini che le donne, però, ammettono di lavorare troppo e spesso con fatica soprattutto in ufficio.
Fra le esperienze più frustranti, lo stress di gestire informazioni disordinate e di svolgere in maniera lenta e complicata i contatti con il clienti.

Per gli uomini e le donne che vogliono lavorare meglio, l’8 marzo 2006 nasce I-light, il software di Content Relationship Management (CRM) di duDAT leggero, luminoso ed economico.


I-light offre una suite di funzionalità studiate e coordinate per rendere agile, veloce e semplice la gestione delle informazioni all’interno delle aziende e degli uffici e i rapporti esterni con i clienti.
Con I-light sarà sempre semplice fornire informazioni al pubblico, istruire pratiche, comunicare e consultare rapidamente i dettagli di ogni contatto, rendendo il lavoro di tutti più dinamico ed efficiente.
I-light assicura la possibilità di non dimenticare né perdere mai alcuna informazione, e garantisce la possibilità di svolgere ogni attività di relazione con il cliente ottimizzando i tempi e in maniera efficace.

I-light. Fatti luce.